ANTEA

Partner                                                                                                                           

  • Centro di Ricerca per l’Orticoltura e il Florovivaismo (CREA-OF)
  • Centro di Sperimentazione ed Assistenza Agricola (CERSAA), Italia
  • Università di Torino, Dipartimento di Scienze Agrarie, Forestali e Alimentari (UNITO – DISAFA), Italia
  • Università di Genova (UNIGE), Italia
    • Dipartimento di Farmacia (DIFAR)
    • Dipartimento di Ingegneria Civile, Chimica e Ambientale (DICCA)
    • Dipartimento di Scienze Chirurgiche e Diagnostiche Integrate (DISC)
    • Dipartimento di Fisica (DIFI)
    • Dipartimento di Dipartimento di Informatica, Bioingegneria, Robotica e Ingegneria dei Sistemi (DIBRIS)
    • Dipartimento di Ingegneria meccanica, energetica, gestionale e dei trasporti (DIME)
  • Chambre d’Agriculture des Alpes Maritimes (CREAT), Francia
  • Université de Savoie Mont Blanc, Laboratoire d’Optimisation de la Conception et Ingénierie de l’Environnement (LOCIE), Francia
  • EPLEFPA Vert d’Azur, Antibes, Francia

Ente finanziatore

Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (FESR) – INTERREG ALCOTRA

 Obiettivi 

Il progetto si propone l’obiettivo generale di:

  • riorganizzare la filiera emergente dei fiori eduli, evoluzione della più antica produzione floricola ornamentale transfrontaliera, attraverso l’applicazione di innovazione tecnologica in grado di mettere a valore ogni aspetto legato alla produzione, qualità, sicurezza d’uso, trasporto, conservazione e mercato

e i seguenti obiettivi specifici:

  • sviluppare una forte azione di promozione e formazione verso le piccole medie imprese del territorio proponendo modelli di sviluppo di business sia per quanto riguarda la produzione (ad es. verso imprese agricole) che l’utilizzo (ad es. verso imprese e servizi del campo della ristorazione) del fiore edule;
  • definire un marchio per identificare e tracciare la produzione del fiore edule sul territorio;
  • definire un percorso gastronomico e culturale a supporto della filiera e del suo sviluppo sul territorio;
  • ampliare l’offerta produttiva individuando nuove specie eduli con possibilità coltivazione in ambienti di entroterra;
  • capitalizzare l’esperienza del progetto con la formalizzazione e la fornitura di servizi specifici, che permettano di sfruttare i risultati del progetto oltre la sua durata, in particolare: una vetrina tecnologica virtuale (living lab) disponibile su internet, tre vetrine tecnologiche sul territorio (open labs), un “market place” per l’incontro ed il dimensionamento della domanda e dell’offerta in particolare per zone rurali e di montagna;
  • studiare la fattibilità della creazione di un ente giuridico che permetta di mantenere attiva la filiera del fiore edule ed i relativi servizi oltre la durata del progetto.

Gli obiettivi sopra riportati rivolti a fronteggiare la crisi che il comparto della floricoltura ha avuto negli ultimi anni, inducendo le piccole e medie aziende agricole a rivolgersi verso specie adatte a mercati alternativi pur mantenendo la stessa tipologia produttiva.

Questo processo ha visto il coinvolgimento delle piante aromatiche e sta iniziando a coinvolgere quelle specie commestibili che si posizionano sul mercato alimentare sia della tradizione sia della cucina di innovazione.

I fiori eduli oltre all’intrinseco valore decorativo possono avere importanti caratteristiche alimurgiche e nutrizionali che necessitano di essere ben definite e adeguatamente valorizzate.

Materiali e metodi

Il progetto si svilupperà in base ai seguenti assi:

Governance e gestione amministrativa del progetto: durante la quale si garantirà il rispetto del calendario e degli obiettivi definiti

Comunicazione: che ha come obiettivo divulgazione dei prodotti di progetto attraverso attività di formazione, fiere nazionali e internazionali e i media di quanto realizzato

Definizione di una vetrina tecnologica e metodologica della ricerca dell’innovazione; questa attività prevede:

  • Analisi dei metaboliti primari, secondari, degli olii essenziali e del profilo aromatico al fine di valutare le componenti nutrizionali e qualitative dei fiori eduli. Lo studio è inoltre rivolto all’interazione genotipo/ambiente/agrotecnica e dei suoi effetti sulla qualità e sul contenuto di composti di interesse nutraceutico
  • valutazione delle caratteristiche organolettiche
  • test allergologici e microbiologici sulle specie scelte
  • valutazioni dell’attività antibatterica e antifungina dei preparati dei fiori eduli
  • valutazione, mediante modelli sperimentali in-vitro, delle potenziali attività tossiche e/o nuove bioattività di interesse farmacologico di estratti totali, semi purificati e composti puri isolati da fiori eduli
  • tecnologie e metodologie per il risparmio energetico nel controllo del benessere termoigrometrico e della produttività della coltura in serra
  • tecnologie e metodologie a supporto del Life Cycle Assessment
  • applicazione di tecnologie ICT (GPS/GPRS, sensori smart, RFID) a supporto della tracciabilità del prodotto “fiore edule”
  • messa a punto di protocolli e strategie di moltiplicazione del materiale vegetale in modo da consentire un approvvigionamento continuo e di qualità costante
  • sviluppo di azioni volte a mettere a punto dei protocolli di coltivazione in funzione del clima di coltivazione, litoraneo o di entroterra
  • protezione delle colture attraverso l’applicazione di tecniche attuali di coltivazione sostenibile, tendente alla lotta biologica pura per poter garantire il miro livello possibile di residui sul materiale edule
  • Tecnologie e metodologie per la conservazione e materiali intelligenti per il confezionamento con lo sviluppo di tecniche ottimali di conservazione in post-raccolta, la valutazione delle caratteristiche post-raccolta dei fiori e verifica del sistema di conservazione più adatto
  • Tecnologie e metodologie per le preparazioni alimentari

ICT – Tecnologie di informazione e comunicazione a supporto dello sviluppo della rete transfrontaliera; quest’attività comprende:

  • Analisi e prospettazione delle linee guida per la messa in opera di un sistema di produzione, commercializzazione e consumo del prodotto innovativo (Fiori eduli) introdotto
  • Azioni per la predisposizione di un marchio di provenienza o certificazione territoriale
  • Definizione di un living lab per la consultazione della vetrina di metodologie e tecnologie realizzate all’interno del progetto

Risultati attesi

  • Schede divulgative contenenti informazioni per la coltivazione dei fiori eduli
  • Un libro contenente ricette relative all’utilizzo di fiori commestibili, produzione di alimenti a base di fiori correlati a sviluppo di attività di ristorazione e laboratori di trasformazione (salse, yogurt, gelati, dolci, liquori, caramelle, sciroppi…)
  • Realizzazione di aree dimostrative e giardini permanenti per la presentazione delle specie di fiori eduli
  • Eventi tematici sviluppati come workshop, incontri professionali, show cooking
  • Un congresso internazionale
  • Corsi e incontri per agricoltori, trasformatori e ristoratori
  • Realizzazione di un documento relativo alla messa a punto di attività tecniche (disciplinari di produzione, protocolli propagativi, protocolli di conservazione, protocolli di trasferimento, protocolli di diagnosi e difesa)
  • Messa a punto di una etichetta d’uso, contenente informazioni per un uso sicuro dei prodotti commestibili riferite a tempi utilizzo, a informazioni relative ad allergeni, indicazioni sulla conservabilità
  • Realizzazione di un panel organolettico e di una scheda sulle caratteristiche organolettiche (colore, forma, gusto, profumo consistenza) delle diverse specie commestibili
  • Creazione di una sala museale dedicata al fiore edule
  • Raccolta di linee guida per un migliore sfruttamento economico dei prodotti della filiera dei fiori commestibili a vantaggio delle aziende agricole/ristorazione/trasformazione consolidate e di nuova realizzazione

Clicca qui per un interessante articolo sui fiori eduli pubblicato nel mese di dicembre dello scorso anno sulla rivista Il Floricultore: l’articolo esamina alcuni aspetti chiave relativi al mondo dei fiori commestibili e introduce interessanti spunti di riflessione.

Link di interesse: www.ilfloricultore.it

Sito di progetto: www.interregantea.eu

Video trasmesso su Euro News in data 04/11/2019 (165 Paesi – 9 lingue)