NUTRIECO

Partner

Centro di Sperimentazione ed Assistenza Agricola (CeRSAA) – Albenga (SV)

Ente finanziatore

Regione Liguria

Obiettivi

Gli obiettivi generali del progetto, la cui durata è pari a due anni, sono:
– contenimento dell’inquinamento dei suoli e delle falde idriche derivante dall’uso inappropriato ed eccessivo di fertilizzanti, anche attraverso l’utilizzo di soluzioni tecniche e impiantistiche innovative;
– utilizzo di strumenti ed impianti di irrigazione caratterizzati da maggiore efficienza in funzione dell’ambiente di coltivazione e delle specie coltivate;
– miglioramento, compatibilmente con le attività produttive aziendali, della sensibilità ambientale degli imprenditori agricoli, anche attraverso il possibile utilizzo delle acque meteoriche o delle acque provenienti dalla depurazione degli scarichi fognari (acque di depuratore);
– riduzione dei costi di produzione, sia economici che ambientali;
– validazione in campo di sistemi di controllo e monitoraggio aziendali e comprensoriali.

Il coinvolgimento di un numero congruo di imprese agricole localizzate nelle aree a rischio di emergenza nitrati e delle Autorità comunali locali sarà necessario ai fini del raggiungimento degli obiettivi del progetto al fine di verificare l’applicabilità delle strategie e delle tecniche implementate nel corso del progetto.

Materiali e metodi

Gli obiettivi del progetto saranno perseguiti attraverso i seguenti assi:

  • studi preliminari sullo stato dell’arte inerenti le problematiche legate all’uso di fertilizzanti in agricoltura;
  • individuazione di aree aventi determinate caratteristiche e ricadenti all’interno della zona a rischio nitrati;
  • azioni di monitoraggio territoriali;
  • studi tecnici sull’irrigazione e sulla fertilizzazione, con la sperimentazione di nuove tecnologie legate agli impianti irrigui, la sostituzione dei fertilizzanti ad alto potenziale inquinante con fertilizzanti a ridotto impatto ambientale e la sostituzione di substrati di coltivazione ad alta capacità di scambio cationico ed alta capacità di ritenzione idrica;
  • valutazione ambientale sugli effetti del progetto per la gestione dell’inquinamento da nitrati;
  • realizzazioni di attività dimostrative;
  • valutazione economica che produrrà una stima dei costi dell’innovazione per le imprese che decidano di convertire i loro processi di fertirrigazione a quelli delineati dal progetto.

Risultati attesi

  • Raccolta ed organizzazione delle buone pratiche di campo e delle tecnologie utili ai fini della riduzione dell’impatto ambientale causato dalla distribuzione e dispersione di azoto nitrico;
  • utilizzo di fonti irrigue diverse da quelle sottosuperficiali (acque di depuratore, acque piovane);
  • Predisposizione ed esecuzione di attività dimostrative mirate alla diffusione delle tecniche e delle buone pratiche di campo più innovative per il settore;
  • Raccolta ed elaborazione di informazioni, dati ambientali, economici ed agronomici derivanti dalle attività dimostrative e di campo;
  • Riduzione, nel medio termine, dell’inquinamento da nitrati;
  • Formazione e informazione approfondita di agricoltori e tecnici.